Via Allende, una catena che non si spezza

Voglio un mondo pulito e Via Allende, nonostante tutto partì da qui la situazione continua a rimanere la stessa

Biagio De Simone

Via Allende & Voglio un Mondo pulito

LA SOLITA SITUAZIONE

È più di un anno che è iniziata l’avventura di Voglio un Mondo Pulito.
Da allora ne è passato di tempo, ne abbiamo pulite di spiagge, ce ne siamo fatte di risate, ne abbiamo fatte di riflessioni.
Chi ci segue dall’inizio o chi ha iniziato a seguirci da poco lo sa: ciò che ci muove è l’amore per l’ambiente, la passione nel curarlo ed il senso di responsabilità nel preservarlo.
Chi ci segue sa anche che è ormai da tantissimi mesi che operiamo a Via Allende, diventata ormai la nostra base operativa. Siamo stati qui questo sabato, così come il precedente e così come tanti altri sabato dei mesi trascorsi.
 
Sicuramente vi starete chiedendo: perché siete sempre qui? La risposta è semplice. Perché nulla è cambiato. Da marzo 2019 ad oggi, nonostante lo sforzo pragmatico dei volontari e la collaborazione delle istituzioni, il degrado continua, imperterrito.
Per le colpe di pochi insensibili le spese le fanno tutti gli altri, dalla flora alla fauna, dagli enti pubblici ai cittadini.
 

CI FERMEREMO QUI?

Ma noi non ci fermiamo. Nossignore!

Continueremo le nostre attività, ancora e ancora e se servirà torneremo ancora a Via Allende perché così si fa nello sport, così si fa nel volontariato e così si fa nella vita. Siamo sicuri che dopo che saremo riusciti a scalfire la montagna dell’indifferenza saranno poi tutti coloro che ci seguono ad abbatterla e per fortuna i segnali che riceviamo mentre scorre la sabbia nella clessidra ci incoraggiano a dare sempre il massimo.

Quando vediamo facce nuove nel nostro gruppo, quando ci arrivano messaggi sui social da persone che non sono mai scese a pulire chiedendoci orario e luogo dell’appuntamento il nostro cuore si riempie di serenità e soddisfazione. Significa che stiamo facendo effetto.

Significa che stiamo smuovendo e motivando tante persone che ci auguriamo ci succedano il meno a lungo possibile poiché il nostro pianeta non merita di riversare in questo stato nemmeno un minuto di più.

Prendendo ad esempio due giovani volenterosi che sono scesi oggi per la prima volta abbiamo ascoltato le loro parole. Marco, 26 anni, studente di Ingegneria dei Trasporti ed Antonio, 32 anni, infermiere, si sono dimostrati all’altezza della situazione da fronteggiare nonostante quella di oggi fosse la loro prima esperienza di cleanup in spiaggia.

Loro, così come tutti gli altri volontari più esperti, hanno messo le buste in spalla ed armati di guanti hanno contribuito a ripulire la ben nota Via Allende.

LA CATENA DELLA SOSTENIBILITA'

Quella che abbiamo preso al volo e che stiamo passando è a tutti gli effetti una catena: così come noi i nuovi volontari un domani guideranno altri giovani e meno giovani alla salvaguardia dell’ambiente. Quello che ci auguriamo è che la catena si spezzi solo se un domani non vi sarà più bisogno di passarla a nessuno, quando un domani il sabato mattina ognuno sarà libero di spendere il suo tempo come preferisce consapevole del fatto che lì fuori, oltre la sua finestra, vi è un Mondo Pulito.

VIDEO STORIA 11/07/2020

Your Website Title
How to Share With Just Friends

How to share with just friends.

Posted by Facebook on Friday, December 5, 2014
Condividi