La Pasqua del “Boschetto del Pigno”

Ormai è sotto gli occhi di tutti che il “Boschetto del Pigno” situato tra le Frazioni di Giovi e Ostaglio versa in condizioni di totale degrado, come ho documentato qualche mese fa ci sono rifiuti di ogni genere ma questo orami almeno per me non è una novità.
Ma in occasione di questa Santa Pasqua (o Pasquarantena) qualche “benefattore” ha deciso di offire al bosco, alla sua fauna e alla sua flora salumi tipici Pasquali, Salsicce e Soppressate.
Certo, può capitare che per qualche motivo questi salumi non possono essere commestibili, ma cari benefattori anzi cafoni, questi alimenti non potevate smaltirli nell’umido? Dovevate per forza contribuire a questa illogica eutanasia del bosco?
Vergognatevi!

Condividi