Lettera al futuro di una ragazza trentenne

Lettera al futuro di una ragazza trentenne, eterna sognatrice.

Lettera al futuro di una ragazza trentenne

Quando Ciccio mi ha proposto di fare questo articolo, sono passati molti giorni nei quali ho avuto un rifiuto totale ad affrontare l’argomento, perché chi mi conosce sa quanto non ami particolarmente dire la mia età da sempre e non c’entra molto con il numero di anni (anche se, a prescindere, guai a chiamarmi vecchia!). Inoltre, non volevo dare messaggi errati o di false speranze, ma neanche catastrofici. Per cui, mi son detta: “Butta fuori semplicemente quello che hai dentro”. E così ho fatto.

Innanzitutto, per una eterna sognatrice come me, è dura ammettere di essere arrivata a questo traguardo e non nascondo che sono state molte le sfide trovate sul mio percorso di vita. Sono ancora una ragazza di provincia che sta costruendo il suo posto nel mondo e sta combattendo a morsi e pugni per averlo. No, non è tutto rose e fiori, ma non è neanche tutto nero. È semplicemente la vita, fatta di momenti positivi e momenti negativi.

Quest’ultimo anno ha trasformato quello che fino a poco tempo prima era una speranza di un futuro migliore in incertezza, paura e ansia perenne. Per questo, voglio lasciare alcuni buoni propositi non solo a me, ma anche a chiunque legga questo articolo, come un vero e proprio promemoria personale:

  • Guardatevi intorno nella vostra comunità. Ci sono molti mezzi a nostra disposizione oggi, dai social al web. Io un giorno ho visto un post sulla mia bacheca di Facebook che parlava di un gruppo di giovani scalmanati tutti sudati che andavano a pulire le spiagge esclamando: “Ma guarda un po’ questi fregni!”. Dopo poco mi sono unita anche io e il resto è storia. Non precludetevi nessuna possibilità. Ci sono molte realtà sul territorio salernitano che puntano alla valorizzazione del patrimonio culturale, alla solidarietà, alla condivisione, allo sport. Scopritele tutte e buttatevi nella mischia, anche se credete di non esserne capaci. Spoiler: lo siete sicuramente!
  • Date sempre il buon esempio. Spero che nella vostra quotidianità ci sia sempre più spazio per il riciclo e mi auguro che ad una passeggiata al centro commerciale la domenica pomeriggio, preferiate una bella scarpinata sul Monte Stella (ok, non è proprio una passeggiata rilassante, ma vuoi mettere sport+vista mozzafiato=boom di like su instagram? Le basi, suvvia). A parte gli scherzi, noi abbiamo la fortuna di vivere in un territorio che offre posti mozzafiato per gli amanti del mare, ma anche della montagna. Conoscetelo, scoprite i meravigliosi borghi del Cilento, i sentieri della Costiera Amalfitana, ma anche più semplicemente il centro storico di Salerno. E abbiatene cura, non lasciate che sciacalli incivili deturpino il NOSTRO territorio, in cui viviamo che ci dà sostentamento. Mi auguro che anche la politica dia sempre più rilevanza all’ambiente incentivando chi lo protegge e lo sostiene
  • Siate gentili, sempre, non solo con la natura, ma anche con gli altri. Viviamo in una società in cui ancora oggi una ragazza è costretta a tenere il telefono acceso se vuole ritornare a casa da sola la sera e gli omosessuali hanno bisogno di una benedizione esterna per essere accettati. Ognuno di voi ha valore e nessun altro ve lo può togliere. Se vedete una persona in difficoltà, non deridetela, ma tendetele la mano, anche perché magari domani potreste essere proprio voi la persona in difficoltà e non vorreste essere da soli. Mi auguro che i giudizi superficiali su come una donna si vesta o su chi un ragazzo voglia amare non siano oggetto di colpevolezza. Mai! In nessun caso! Abbiate rispetto per tutti educando anche chi verrà dopo di voi a pensare che la donna non è la schiava costretta a fare faccende domestiche e l’uomo non è il principe di casa che deve provvedere al sostentamento economico. Siamo tutti umani, uguali, importanti. Arricchiamoci, non limitiamoci.
  • Seguite la vostra strada e…sbagliate tanto. Lo so, sembra un controsenso, eppure è la verità. Non c’è nessun altro che vivrà la vita al posto vostro, quindi, meglio fare ciò che ci fa stare bene. Ci sarà sicuramente qualcuno che non condividerà le nostre scelte, chi noi amiamo, il lavoro che scegliamo di intraprendere. Spesso chi ci ostacola e non ci comprende è proprio chi si presuppone debba essere a prescindere dalla nostra parte, come i genitori o gli amici. Non demordete. Se siete convinti che quella facoltà all’università, quella persona o quel lavoro così precario agli occhi degli altri, vi rende felici, proseguite per il vostro cammino. E se va male? Pazienza. Avremmo imparato qualcosa comunque. Gli errori servono a capire cosa ci fa stare davvero bene.
  • Non paragonatevi a nessuno. Questa è una cosa che io in primis faccio fatica ancora a mettere in pratica, perché vedo le vite degli altri sempre più belle della mia, ma non è tutto oro ciò che luccica. Ognuno ha il suo tempo per fiorire e non si deve sentire sbagliato (o migliore) di un altro, solo perché riesce a fare una cosa più tardi. Il ciliegio è un ciliegio ed è diverso dal susino che fiorirà secondo i tempi del susino. Ciascuno ha una caratteristica che lo rende unico e inimitabile: il ciliegio ha la bellezza, il susino il profumo, il fiore di pesco il colore. Quindi, siate tanti bellissimi ciliegi, susini, fiori di pesco, senza sentirvi in colpa. Siamo tutti speciali a modo nostro.

Unisciti a Noi

Diventa oggi anche tu un attivista di Voglio Un Mondo Pulito e unisciti alla nostra grande famiglia. Il rispetto e la tutela dell'ambiente è ciò che ci unisce

Sostienici

I fondi raccolti serviranno prevalentemente per acquistare guanti, buste e attrezzi da lavoro per i clean-up e per futuri progetti volti alla sensibilizzazione e alla tutela ambientale.

Unisciti a Noi

Diventa oggi anche tu un attivista di Voglio Un Mondo Pulito e unisciti alla nostra grande famiglia. Il rispetto e la tutela dell'ambiente è ciò che ci unisce
Condividi