Intervista VUMP Ada&Nacho di Más que Estudiantes

Intervistati dalla redazione VUMP, Ada e Nacho di Más que Estudiantes

redazione VUMP

Intervista VUMP - Ada e Nacho

Chi siete e cosa fate nella vita?

Siamo Ada Robinson e Ignacio (Nacho) D. Meiners. Siamo venuti dall’Argentina perché abbiamo ottenuto, dopo tre anni di lavoro, una borsa di studio per specializzarci in quello che vorremo fare nel futuro: prenderci cura dell’ambiente.

 

Siamo pienamente consapevoli che l’unica via di uscita per la preservazione del Pianeta è quella delle energie rinnovabili e la formazione delle persone; ancora di più in paesi come l’Argentina che, per fortuna conta con risorse ancora in grado di fornire energia pulita, ma che però, bisogna sviluppare con scarsi risorsi economiche costituendo questo una grossa sfida da vincere (Argentina purtroppo ha degli arretri in non pochi campi fra i quali, quello tecnologico e formativo).

Da quanto tempo siete in Italia? Cosa vi piace di più del nostro paese?

Siamo da poco più di un anno in Italia. Personalmente (Ada) mi sento a casa. Tutta la mia famiglia da parte di mia mamma è italiana, quindi, anche prima di venire avevo già un’idea abbastanza accurata dell’Italia. Le persone che ho conosciuto mi hanno fatto sentire, infatti, che appartengo. In altre parole, quello che mi piace di più è avere delle radici in un posto dove le persone, che ho avuto la fortuna di trovare, mi hanno ricevuto così bene. 

Mi piace il cibo, le persone… Italia ha dei posti bellissimi ma quello che mi piace di più è che la storia del mondo si trova concentrata, in gran parte, qua. (Nacho)

Unisciti a Noi

Diventa oggi anche tu un attivista di Voglio Un Mondo Pulito e unisciti alla nostra grande famiglia. Il rispetto e la tutela dell'ambiente è ciò che ci unisce

Sostienici

I fondi raccolti serviranno prevalentemente per acquistare guanti, buste e attrezzi da lavoro per i clean-up e per futuri progetti volti alla sensibilizzazione e alla tutela ambientale.

•Di cosa si occupa il vostro canale YouTube?

Principalmente l’obietivo del nostro canale Más que Estudiantes, che in italiano significa “più che studenti”, è quello di fornire strumenti agli studenti latinoamericani per  ridurre il divario di possibilità formative che esiste rispetto agli studenti nordamericani ed europei. Cerchiamo di fare questo attraverso le nostre proprie esperienze, raccontando come abbiamo agito noi stessi in diverse circostanze, cosa ci è succeso, quali problemi abbiamo avuto nel percorso e come li abbiamo affrontati. Parliao anche di cosa stiamo “scoprendo” in Europa, sia dal punto di vista tecnologico che educativo.

Quando avete iniziato e cosa vi ha spinto?

Formalmente abbiamo iniziato durante il primo lock down. Inviando proprio un video all’Argentina raccontando cosa stavamo vivendo. Ma il proverbio “Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno. Insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita” ci ha sempre spinto a voler dare una mano a qualsiasi persona che si trovi un gradino in dietro rispetto a noi, in qualsiasi aspetto. Quando abbiamo conosciuto Valentina Cirino (Valentineishere), abbiamo trovato anche il mentor per arrivare a più persone e abbiamo creato il nostro profilo Más que Estudiantes su Instagram.

Cosa vi ha spinto a voler far parte di “Voglio un mondo Pulito” ?

Noi due siamo permacultori e ci teniamo tantissimo per la natura. Da piccolini sapevamo che volevamo lavorare per migliorare l’ambiente. Anzi, prima di venire in Italia, avevamo già cercato gruppi di permacultura, purtroppo nessuno si trovava vicino a Salerno. Nessun problema: la seconda settimana di lezione, parlando (Ada) con Luca, Valentina, Luigi e Cosimo ho sentito di Voglio un mondo Pulito e quel sabato stesso siamo scesi in spiaggia per la prima volta!!!

Aspettative per il futuro?

In questo momento la nostra priorità è lo studio. Per noi è importante formarci nel campo ingegneristico per poter dopo imparare come si fanno le cose in Europa, conoscere le nuove tecnologie e poter così portare queste cose in sud-america ed eventualmente, applicarle. Che è un percorso lungo e difficile, lo sappiamo. Seremo pazienti e ci goderemo il tragitto come abbiamo fatto sino ad ora!

Come faccio a dare una mano?

“Ci sono tante piccole cose che si possono fare nel quotidiano e, al contrario di quanto si possa pensare risultano efficaci sul lungo periodo. Ad esempio, evitare di comprare imballaggi inutili, portare con sé una borraccia, chiedere bicchieri di vetro e senza cannuccia al bar, evitare posate monouso… insomma, evitare tutto ciò che non è indispensabile. Nonostante la delicata situazione causata dall’emergenza coronavirus dobbiamo comunque ragionare su ogni nostro gesto perché ci sono azioni di spreco che non trovano giustificazione neanche nelle norme igieniche.”

Continuate a seguirci sui nostri social e sul sito per avere altri consigli green ed ecocompatibili.

Unisciti a Noi

Diventa oggi anche tu un attivista di Voglio Un Mondo Pulito e unisciti alla nostra grande famiglia. Il rispetto e la tutela dell'ambiente è ciò che ci unisce
Condividi