Diario di bordo di un deluso che non riesce a smettere di credere

Diario di bordo di un deluso che non riesce a smettere di credere. Articolo di Matteo Zoccoli per Voglio Un Mondo Pulito.

alla foce del fiume Tusciano

Con VUMP stamane siamo stati alla foce del fiume Tusciano, confine naturale tra Pontecagnano Faiano e Battipaglia.

Nonostante oggi il modello di vita, che va per la maggiore, è quello di mettersi in auto per farsi tre ore di traffico ed andare lì dove l’acqua è “pulita”, questi ragazzi se ne fottono.

Da anni se ne fottono e con un approccio fondato sull’azione, promuovono un modello concreto di attivismo laico che ha un altissimo valore intrinseco.

Pulire la spiaggia nel proprio comune, raccogliere cicche di sigarette, raccogliere rifiuti in aree periferiche – ma neanche tanto – di Salerno e della sua provincia è l’unico vero metodo utilizzato da questo gruppo di giovani, e funziona.

diario Vump

BENI COMUNI

E mentre tutto questo accade io ne riconosco la grandezza, in un momento storico in cui è drammaticamente più importante apparire che Essere, qui abbiamo ragazzi ventenni (per lo più) che mettono a disposizione il proprio tempo e la propria energia per azioni tese a valorizzare i beni comuni. “Beni comuni” appunto, un’idea che a volte, guardandomi intorno, sembra superata. Soprattutto a Salerno, dove si permette ai privati di erigere muri di divisione tra le spiagge, lecitamente in concessione, ma pur sempre di tutti. La Salerno delle deviazioni di torrenti per far spazio a piazze faraoniche. Un cortocircuito del Sistema quello del gruppo Voglio Un Mondo Pulito, un bellissimo anticorpo che resiste all’appiattimento di quella che è un po’ anche la mia generazione di trentenni.

DARE L'ESEMPIO

Attraverso il potente strumento dell’esempio, Ciccio ed il gruppo di giovanissimi mette in circolo un vento di ritrovata attenzione per il territorio, creando una rete di energie positive che è l’unica rete di sicurezza, l’ultima, che ci separa dal baratro della disumanizzazione, di un personalismo drogato. L’Io che diventa un Noi all’ombra di azioni concrete che hanno l’ardire di insegnare, non solo ai giovanissimi, ma soprattutto a chi ha smesso di credere, che: un’alternativa è possibile! che insieme possiamo rimettere al centro il nostro Pianeta.

In tre ore abbiamo raccolto circa 90 kg di rifiuti, per la maggior parte plastica (bottigliette). Poco, pochissimo rispetto all’incredibile quantità che si trova sui nostri arenili.

E, mentre il tempo che ci resta per modificare le nostre abitudini si fa piccolo, io abbraccio l’idea che lì fuori ci siano altri come Ciccio, Biagio, Valentina e Teresa e che da questo esempio possano trarre la forza di mettersi anche loro in gioco.

Riconsiderando il modello di sviluppo odierno?! Ovviamente!

conclusioni

Guardatevi intorno, provate a pensare per un attimo a quello che sarebbe il nostro mare senza la plastica e rifiuti, a quello che potrebbe essere un fiume come il Tusciano senza sversamenti. La situazione attuale non dipende da voi? Forse. La questione è: che fai tu per cambiare le cose?

Quello di VUMP è uno schiaffo in faccia a tutti quelli che, praticando il benaltrismo agonistico, girano la faccia contribuendo all’impoverimento del nostro mondo.

Unisciti a Noi

Diventa oggi anche tu un attivista di Voglio Un Mondo Pulito e unisciti alla nostra grande famiglia. Il rispetto e la tutela dell'ambiente è ciò che ci unisce

Sostienici

I fondi raccolti serviranno prevalentemente per acquistare guanti, buste e attrezzi da lavoro per i clean-up e per futuri progetti volti alla sensibilizzazione e alla tutela ambientale.

Unisciti a Noi

Diventa oggi anche tu un attivista di Voglio Un Mondo Pulito e unisciti alla nostra grande famiglia. Il rispetto e la tutela dell'ambiente è ciò che ci unisce
Condividi